Bonifica
Amianto

Cos’è l’AMIANTO?

L’AMIANTO , O ASBESTO, È UN MATERIALE FIBROSO, costituito da fibre minerali naturali appartenenti ai silicati e alle serie mineralogiche del serpentino.
L’amianto ha trovato un VASTO IMPIEGO PARTICOLARMENTE COME ISOLANTE O COIBENTE e, secondariamente, come materiale di rinforzo e supporto per altri manufatti sintetici.

ATTUALMENTE L’IMPIEGO È PROIBITO PER LEGGE, tuttavia la liberazione di fibre di amianto da elementi strutturali preesistenti, all’interno degli edifici può avvenire per lento deterioramento di materiali che lo contengono oppure per danneggiamento diretto degli stessi da parte degli occupanti o per interventi di manutenzione.

L’AMIANTO DI SOLITO SI RITROVA IN FORMA COMPATTA, INGLOBATO IN UNA MATRICE CEMENTIZIA (cementoamianto in copertura, canne fumarie ecc.) o in altre matrici (pavimenti in linoleum, pareti, pannelli ecc.), ma e POSSIBILE TROVARLO ANCHE IN FORMA FRIABILE, PIÙ PERICOLOSA, nel caso di utilizzo come insonorizzante o isolante sui controsoffitti e/o sulle pareti. Questa sua caratteristica da un lato lo rende facilmente suscettibile di danneggiamento, dall’altro impone degli speciali accorgimenti in fase di bonifica.

LA LIBERAZIONE DI FIBRE DI AMIANTO all’interno degli edifici, dove è presente, PUÒ AVVENIRE PER LENTO DETERIORAMENTO dei materiali costitutivi (isolanti o coibenti), per danneggiamento diretto degli stessi da parte degli occupanti o per interventi di manutenzione inappropriata.

Effetti sulla salute

LA PRESENZA DELLE FIBRE DI AMIANTO NELL’AMBIENTE COMPORTA INEVITABILMENTE DEI DANNI A CARICO DELLA SALUTE, anche in presenza di pochi elementi fibrosi.

L‘AMIANTO E’ UN AGENTE CANCEROGENO.

I rischi maggiori sono legati alla presenza delle fibre nell’aria. Una volta inalate, LE FIBRE SI POSSONO DEPOSITARE ALL’INTERNO DELLE VIE AEREE E SULLE CELLULE POLMONARI.
Le fibre che si sono depositate nelle parti più profonde del polmone possono rimanere nei polmoni per diversi anni, anche per tutta la vita.

Come interviene EBA?

Riconosciuta la pericolosità dell’amianto, NEL 1992 L’ITALIA HA EMANATO UNA NORMATIVA CHE SANCISCE L’OBBLIGO DEL TRATTAMENTO DELL’ETERNIT, allo scopo di realizzare un completo smaltimento di tale materiale.
Solo il 2% circa degli edifici sono stati bonificati.

COPERTURE DI CASE, CONDOMINI, GARAGE, CAPANNONI. L’amianto può nascondersi ancora oggi in diversi punti.
La sua pericolosità risiede nell’usura: le piogge vanno a disgregare la matrice cementizia dell’impasto cemento-amianto e le sue fibre diventano così tanto sottili da rappresentare un grosso pericolo per la salute delle persone.

La bonifica amianto, ed in particolare la rimozione e smaltimento, può essere effettua per legge ESCLUSIVAMENTE DA DITTE AUTORIZZATE E SPECIALIZZATE IN AMIANTO.
La Legge 257 del 1992 prevede che una ditta per essere autorizzata alla bonifica, rimozione e smaltimento amianto deve essere ISCRITTA ALL’ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI SMALTIMENTO RIFIUTI.

La normativa impone di seguire una DETERMINATA PROCEDURA PER LO SMALTIMENTO AMIANTO, che negli anni EBA ha affinato utilizzando solo STRUMENTI E MEZZI DI ULTIMA GENERAZIONE, garantendo così massima sicurezza ed efficacia durante tutta la fase dei lavori.

Indagine
preliminare

Mappatura
ambientale

Pratiche &
piano lavori

Le 6 fasi d’intervento

Bonifica e
rimozione

Trasporto &
smaltimento

Rilascio
certificazioni

Eco bonus
amianto

Il Bonus Amianto 2020, creato a partire dal 17 ottobre 2016 con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto del Ministero dell’Ambiente, CONSENTE A CHIUNQUE SIA TITOLARE DI UN REDDITO D’IMPRESA di avere un CREDITO D’IMPOSTA DEL 50% per tutti i lavori di bonifica e di smaltimento di amianto su beni o strutture presenti sul suolo italiano.

L’AMIANTO FRIABILE COSTITUISCE UN VERO PERICOLO PER LA SALUTE.
Questo materiale risulta DEBOLMENTE LEGATO ALLA SUA MATRICE OSPITANTE, gesso o sabbia, e di conseguenza facilmente riducibile in polvere e facilmente inalabile. LE POLVERI DI AMIANTO SONO CANCEROGENE e molto pericolose per l’apparato respiratorio umano.

Questa sua fragilità da un lato lo rende facilmente suscettibile di danneggiamento, dall’altro impone degli SPECIALI ACCORGIMENTI IN FASE DI BONIFICA.

L’impiego dell’amianto in matrice friabile si estende dalle coibentazioni all‘isolamento acustico ed ignifugo, alle guarnizioni di caldaie e bruciatori e come copertura di strutture metalliche.

L’AMIANTO COMPATTO È MOLTO USATO NELLA SUA COMBINAZIONE CON IL CEMENTO, quindi disciolto in una miscela calcarea, sabbiosa o ghiaiosa che, una volta posata, diventa solida. Con queste lastre SI COSTRUISCONO DI NORMA LE IMPALCATURE E LE FONDAMENTA DEI PALAZZI.
Avere una lastra di questo amianto nel proprio immobile non rappresenta di per sé un pericolo imminente, ma può comunque nel tempo rilasciare sostanze tossiche diventando estremamente pericoloso

LA LEGGEREZZA, DUTTILITÀ E RESISTENZA HANNO PERMESSO A QUESTI MANUFATTI DI DIFFONDERSI LARGAMENTE IN OGNI AMBITO EDILE, dai tetti alle canne fumarie, dagli scarichi fognari alle pareti divisorie.

Pronto intervento AMIANTO

CONTATTACI SENZA IMPEGNO PER RICEVERE UNA CONSULENZA TELEFONICA O UN PREVENTIVO.

Pronto intervento amianto Lombardia e Piemonte.

A regola d’arte

EBA interviene nella BONIFICA E RIMOZIONE DEI MANUFFATTI IN AMIANTO FRIABILE E COMPATTO, attraverso la loro scoibentazione, confinamento, incapsulamento ed infine lo smaltimento con tecnici altamente specializzati.

EBA RISPETTA LE DIRETTIVE 83 / 477 / CEe 87 / 217 / CEE e 2003 / 18 / CEE

Utilizziamo attrezzature e MACCHINARI DI ULTIMA GENERAZIONE di nostra proprietà cosicchè possiamo garantire la loro sicurezza ed il loro perfetto funzionamento.

Ci occupiamo di ANALIZZARE E CAMPIONARE MATERIALI INQUINANTI ed inquinati di edifici, terreni e costruzioni di vario genere.

Aree d’intervento

I NOSTRI INTERVENTI DI BONIFICA SI CONCENTRANO A MILANO E SU MOLTISSIMI COMUNI LIMITROFI.

Anni di esperienza ci hanno portato a lavorare in diverse aree geografiche nelle province di MILANO,
MONZA BRIANZA, VARESE e NOVARA.